Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 


RIENTRO IN SERVIZIO DOPO IL 30 APRILE

Nel calcolo dell'assenza continuativa di un docente che rientri dopo il 30 aprile a seguito di  prolungata assenza (150 giorni), l'art. 37 del CCNL dispone che vanno compresi anche i periodi di  sospensione dell’attività di insegnamento che non sono “coperti” da assenza formale.

 


Infatti, detta norma si riferisce all’effettiva assenza continuativa dalla classe del docente titolare  dell’insegnamento, indipendentemente dai motivi che l’hanno determinata e dalle modalità con cui si è  venuta a realizzare, e considera sempre compresi nell’assenza, a tutela della continuità didattica e  del diritto allo studio degli alunni, i periodi di sospensione dell’attività didattica anche nei casi  di eventuali rientri in servizio non si sono tradotti in effettiva attività di insegnamento.