Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 


PENSIONE 1° SETTEMBRE 2019, SCADENZA DOMANDE: 12 DICEMBRE 2018

E' fissata al 12 dicembre 2018 la scadenza per la presentazioe delle domande di cessazione dal servizio e di collocamento in pernsione dal 1° settembre 2019.

Pubblicati lo scorso 16 novembre il Decreto ministeriale e la circolare che stabiliscono tempi e modalità di presentazione delle istanze.

Le funzioni on line dovrebbero essere disponibili già da lunedì 19 novembre.

In una tabella allegata alla circolare sono indicati i requisiti contributivi e anagrafici richiesti per accedere al trattamento di pensione.

In generale, in un articolo pubblicato nei giorni scorsi, il Sole 24 Ore affronta i grandi numeri della corsa alle pensioni che può liberare oltre 620mila posti, esattamente 620.592 (donne 33,8%, uomini 66,2%). 

I numeri riportati sarebbero questi:
- Pensione anticipata: 54.210 (donne al 40,5%, uomini 59,5%)
- Vecchiaia: 58.782 (donne 46.6%, uomini 53,4%)
- Precoci: 70.468 (donne 29,2%, uomini 70,8%)
- Quota 100: 437.132 (autonomi e parasubordinati 21,1% pari a 92.092; dipendenti pubblici 36% pari a 157.431, di ci donne 32% e uomini 66,2%; dipendenti privati 42,9% pari a 187.610).
Per sopperire alle uscite nella P.a. si pensa di assumere oltre 16mila lavoratori e oltre 12mila nel comparto istruzione; un programma da cui manca ancora la sanità, il cui fabbisogno di personale è tutto da scrivere.
Attesa anche per il buon esito del ddl concretezza che attende di iniziare l’esame al Senato e che prevede che le amministrazioni centrati possano, a partire dal prossimo anno, procedere ad assunzioni per una spesa pari al 100% di quella relativa al personale di ruolo uscito l’anno precedente (Il Sole24Ore).