Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 


"LIBERTA' INSEGNAMENTO DIRITTO COSTITUZIONALE"

"Chiederemo un chiarimento netto". Così, intervenendo stamattina a "1Mattina" su RAI 1, Lena Gissi sulla questione relativa alla recente circolare del Ministero dell'Istruzione inviata , lo scorso 23 novembre a tutte le scuole. E Gissi si riferisce alla posizione pubblica presa da Cisl Scuola con CGIL FLP e UIL Scuola  "per un confronto di merito su questa circolare, i cui contenuti rischiano di essere lesivi dell’autonomia professionale dei docenti e dell’autonomia scolastica, entrambe costituzionalmente garantite".

In diretta Tv - in collegamento da Sesto S. Giovanni (MI) dove partecipa all'assemblea unitaria "Per la crescita, lo svilupo del Paese" -,  Gissi chiarisce "La circolare ministeriale non ci ha sconvolto più di tanto, perché è  evidentemente sta cercando anche di dare delle risposte a delle pressioni avute, a seguito di esagerazioni o forse esasperazioni su alcuni temi. Però, la circolare deve distinguere quello che è aggiuntivo, ciò che è curricolare, quello che effettivamente rientra nell'attività didattica che l'offerta formativa organizza".

Conclude " Allora, la libertà d'insegnamento - come diceva il preside Rusconi (anch'egli in trasmissione, ndr) - non significa fare tutto quello che si vuole; la libertà d'insegnamento è un diritto Costituzionale".