Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 


ASSENZA TOTALE ATTIVITA' INDIFFERIBILI: CHIUSURA SCUOLE

Con riferimento al DPCM dell'11 marzo 2020 e della conseguente direttiva 2/2020 del ministro per la PA, Menga, Calienno, Verga, De Bernardo e Capacchione - segretari generali regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda - ribadiscono "in accordo con gli orientamenti delle rispettive segreterie nazionali, che i dirigenti scolastici, in tutti i casi in cui sia rilevata l’assenza totale di attività indifferibili e richiedenti la presenza in servizio, nell’intento di ridurre la presenza dei dipendenti pubblici negli uffici e di evitare il loro spostamento, procedano alla chiusura della struttura scolastica sempre garantendo, nella modalità del lavoro a distanza, la continuità nell’erogazione del servizio con riferimento alle attività rivolte sia all’utenza interna, sia all’utenza esterna” .
Al direttore generale dell'USR Puglia, cui la nota unitaria è inviata chiedono "che la stessa sia trasmessa a tutte le scuole della Regione; sia fatta pervenire, per le vie brevi, al ministro dell’Istruzione con la testimonianza dell’urgenza che qui oggi le scriventi hanno inteso rappresentare sulla base delle testimonianze raccolte dalle Rappresentanze sindacali unitarie sui luoghi di lavoro".