Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori.Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

 


FORMATORI ARPAL: LAVORARE IN SMART WORKING

“I lavoratori non vengano obbligati ad utilizzare le ferie ancora non maturate; i formatori impegnati nei centri per l’impiego, ai sensi delle Direttive sopracitate possano operare in smart working raggiungendo, tra l’altro, l’obiettivo di non penalizzare l’accesso ai servizi alla cittadinanza”.

È quanto chiedono le Segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals - con nota unitaria a firma di Giovanni Menga, Roberto Calienno, Giovanni Verga e Chiara De Bernardo – al commissario straordinario ARPAL Puglia, Massino Cassano, in riferimento alla nota dello stesso Ente (Prot. 13445 del 12/3/2020) sulle “strategie rivolte a limitare l’emergenza sanitaria e a contrastare la diffusione del virus covid-19” e in “considerazione che, la riduzione del volume dei servizi resi, farebbe sicuramente aumentare il disagio di cittadini ed imprese in un momento già troppo complesso”.

I segretari generali regionali, ritengono “degna di apprezzamento l’attenzione con la quale ARPAL Puglia ha prioritariamente posto in rilievo la necessità di garantire l’incolumità dei propri dipendenti e di chi, come i formatori, partecipa all’attività dei Centri per l’Impiego”; “fondamentale ricorrere alle professionalità di quei formatori che da quasi 20 anni sostengono la piena operatività della rete dei CPI della Regione Puglia”; e “non proponibile il ricorso alle ferie che devono ancora essere maturate”.

Evidenziano le diverse, fondamentali, procedure di teleassistenza che possono essere utilizzate per fornire informazioni ai cittadini (disoccupati, giovani neet, percettori di sostegno al reddito, beneficiari RdC, Rei, AdR) e servizi alle imprese (es. analisi preliminare per attivazione tirocini, predisposizione offerta di lavoro, altri); per la raccolta informatizzata di dati; per abilitare l’erogazione di bilanci di competenza; per la desk anslysis.

- La nota unitaria all’ARPAL di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals